#EDUBLOG:IL CANE ..UN ETERNO BIMBO IN GRADO DI FARCI RISCOPRIRE IL BAMBINO CHE VI È IN OGNUNO DI NOI

Aggiornato il: 27 dic 2020


💟🍼🐶Il fatto che i cani non sono bambini ma sono gestiti come i bambini dai proprietari se non come dei veri e propri figli, non è solo una questione di antropomorfizzazione ma è anche una questione scientifica. 👶💙🐩Per chi ha allevato un cucciolo avrà ben presente che piangono come i bimbi, hanno bisogno di essere rassicurati , tutelati, amati, di sviluppare competenze e sentirsi appartenenti ad un gruppo, alla famiglia. Corrono,giocano,mangiano,escono,dormono, la notte possono dover uscire o piangono e via discorrendo...Una modalità molto simile avviene nel gestire un bambino molto piccolo.


🔵È provato scientificamente che tra il cane e il proprietario avviene uno scambio di ossitocina ovvero "l'ormone dell'amore" ♥️nel momento in cui vi è una condivisione di sguardi, un contatto. Il medesimo fenomeno si verifica quando mamma e figlio hanno lo stesso contatto visivo e fisico.


👩‍❤️‍💋‍👨🐶Vi è poi il legame d'ATACCAMENTO studiato e descritto in psicologia in 4 step:

🔸Pre-attaccamento Questa fase avviene nelle prime sei settimane di vita del bambino. Il piccolo accetta facilmente, in linea generale, qualsiasi essere umano che gli offra conforto e cure. Vale a dire, non mostra preferenza per nessuna persona in particolare.


🔸 Formazione Trascorse sei settimane e fino agli otto mesi di età circa, il bambino comincia a provare ansia se viene separato dagli altri esseri umani. In questa tappa, il repertorio dei comportamenti innati del bambino lo aiuta ad attirare l’attenzione degli adulti. Il bambino, inoltre, risponde agli stimoli esterni e cerca di provocare il contatto fisico.

🔸Attaccamento 👶💚Dai sei agli otto mesi e fino ai due anni di età circa, comincia la fase di attaccamento vero e proprio. Il piccolo si arrabbia se viene separato dalla madre e può arrivare a soffrire di ansia per questo motivo. In questa fase non è strano che il bambino mostri un rifiuto fisico verso le altre persone che non siano la mamma, dal momento che rappresentano una minaccia. Si può dire che tutti i suoi comportamenti siano rivolti a ottenere l’attenzione della madre, la cui presenza è essenziale.💟

🔸Fase della relazione reciproca Dopo i due anni inizia la quarta e ultima fase, detta delle relazioni reciproche. Il bambino comincia a capire che l’assenza della madre non è definitiva. Se tutto procede bene, quindi, sarà in grado di gestire la propria ansia.🤱💛🐾

🔵D’altra parte, occorre tenere presente che il cane raggiunta l'età adulta cerebralmente avrà un apprendimento e un approccio al mondo pari a un bambino di 5 anni questo deve essere fondamentale per capire come parlargli , come aiutarli, come educarli, come giocare, fare attività e tutelarmi al meglio.

👨‍👩‍👧‍👦♥️🐕I cani come i bimbi ci mostrano come accontentarsi ed essere felici con il minimo indispensabile, come essere creativi , ci mostrano quanto è bello esplorare se riusciamo a guardare veramente ed apprezzare ciò che ci circonda, alla famiglia che hanno. Una delle emozioni più belle nell'avere un cane è quella di tirare fuori anche la nostra parte più delicata, più innocente, pulita, insicura insomma.. il nostro bambino eterno che vive in noi e che vuole solo essere amato e tutelato.

⭐I NOSTRI CANI SEPPUR ETERNI BIMBI HANNO UN'ANIMA ENORME CHE SE ASCOLTATA VI RIPORTERÀ ALLA PARTE PIÙ PROFONDA DI VOI⭐



16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

contattaci

edudogitalia@gmail.com

Tel: +39 351 789 2333

© 2020 by E77E